Buonanotte, signor Tom

da Rebecca Buchetti
60 viste

Nel 1939, con la preoccupazione di un imminente conflitto mondiale, molti bambini londinesi  vengono  affidati a famiglie stanziate nelle campagne inglesi affinché riuscissero a salvarsi dai bombardamenti. Tra i numerosi bambini sfollati c’è il piccolo William Beech. 

Tom Oakley è un uomo solitario, di circa sessant’anni, rimasto vedovo dopo aver perso la moglie e il figlio. 

I due, nonostante siano così apparentemente diversi tra loro, si ritroveranno a dover condividere una parte della loro vita, dopo che Willie  verrà affidato al signor Tom.

L’inizio di questo legame viene reso difficile dalle paure di Willie, causate da un passato difficile, e dalle preoccupazioni di Tom; superate le prime incomprensioni , tra i due si instaurerà un rapporto simile a quello padre-figlio.

Col passare del tempo, Willie, andando a scuola, scoprirà di avere un grande talento nel disegnare, stringerà  molte amicizie, come quella con Zach, e inizierà lentamente a essere felice e supererá moltissime delle sue paure in tranquillitá.

Quando la vita di Willie sembra andare per il meglio, sua madre decide di riportarlo a Londra.

Dopo circa un mese dalla partenza di Willie, Tom conoscendo i suoi trascorsi con la madre e non ricevendo risposte alle numerose lettere che gli aveva inviato, decide di recarsi a Londra. Una volta nella grande città, incontrerà numerose persone che vivevano nello stesso quartiere di Willie, le quali non sapevano del suo. Tom, sempre più preoccupato, decide di  irrompere nella vecchia casa di Wille: da questo momento, il signor Tom dovrà affrontare ostacoli sempre più duri e andare incontro a scoperte inaspettate, ma nonostante tutto non lascerà mai il piccolo Willie solo. Superate numerose peripezie, Tom e il bambino torneranno nel piccolo villaggio dove riprenderanno a vivere la loro vita felice e spensierata in compagnia di tutti i loro amici. 

Tom e Willie, due persone così diverse, riusciranno a costruire un rapporto di fiducia che porterà entrambi a scoprire parti di sé a loro stessi sconosciute, proprio come una famiglia. 

Buonanotte Signor Tom è un libro molto commovente e scorrevole che tratta la seconda guerra mondiale da un punto di vista che tutt’oggi in pochi avevano analizzato. Ci racconta il vissuto dei bambini e degli sfollati, ma soprattutto ci insegna che ogni gesto d’affetto può aiutare una persona.

Questo libro regala tante emozioni e insegnamenti che il lettore porterà con sé per tutta la vita

 

Articoli correlati