ribelli, resistenza, rock and roll

da Marianna Ticali
190 viste

Il libro “Ribelli, resistenza, rock and roll”, di Marco Ponti, è ambientato a Barge, un paesino delle Langhe, in un tempo che intercorre tra il 19 settembre 1943 e il 25 aprile 1945. I due figli del conte Marcello Serafini-Meacci , Cosetta e Astolfo stanno andando a messa quando nella piazza del paese si presenta un uomo a cavallo che traccia per terra una linea immaginaria. Bisogna scegliere da che parte stare: se essere complici dei fascisti e dei nazisti o essere parte della Resistenza.

Due ragazzi, Pietro e Franco, si mettono dalla parte dei giusti, così come Ester, Zama ed Emanuele Artom che andranno a formare il gruppo dei Ribelli, e che affiancheranno Astolfo e Cosetta durante tutto il corso della storia. Si aprono così una serie di avventure tragiche e meravigliose che ci permettono di scoprire la storia della Resistenza italiana.

Un libro bellissimo, emozionante e commovente che ci fa comprendere le difficoltà e gli eventi di una parte di storia che ha segnato profondamente il nostro Paese, facendolo tuttavia senza la “pesantezza” e difficoltà di quello che può essere un testo storico. E’ un libro che fa molto riflettere perché si capisce che oltre alle persone adulte, pure i ragazzi della nostra età erano coinvolti in prima persona e si trovavano ad imbracciare delle armi, a combattere e a uccidere persone.

Articoli correlati