per sempre, la delicatezza di crescere

da Melissa Pacini
130 viste

“Per sempre”

è un libro sull’adolescenza scritto da Assia Petricelli e Sergio Riccardi che tratta varie tematiche raccontate dalla protagonista, Viola.
Viola, inizia raccontando come di solito lei e la sua famiglia passano le vacanze estive. Questa volta però, le trascorrerà in un modo diverso dal solito, con i loro amici. Valeria e Renata, sono le migliori amiche della protagonista, ma non sono le uniche persone che Viola è felice di vedere. Il villaggio turistico all’estremo sud dell’Italia “contiene la cosa più figa mai vista sulla faccia della terra”: Fabrizio, un ragazzo con occhi verdi e un ciuffo nero. Arrivata al villaggio, il proprietario informa la famiglia di Viola che il bungalow che avevano prenotato è stato assegnato ad un’altra famiglia e che non ci sono altri bungalow disponibili, quindi viene assegnato loro un appartamento in centro, lontano dal villaggio. Scontenta di ciò, Viola, con qualche insicurezza nel mettere il bikini, raggiunge le sue amiche in spiaggia, dove vede Fabrizio. Tornata a casa, la protagonista affronta una lite con sua madre, cosa che avviene abbastanza spesso. Qualche giorno dopo, Viola, sia affaccia dal balcone di casa sua e le salta all’occhio un ragazzo che aveva già visto qualche volta mentre era in paese, e presa dalla curiosità, decide di seguirlo. Arrivata a destinazione, ovvero una spiaggia un po’ isolata, la ragazza viene scoperta. Il ragazzo, con tono arrogante le chiede di andarsene e di lasciarlo solo, ma la curiosità di Viola è troppo forte e gli chiede cosa stesse facendo. Un po’ irritato, il ragazzo di nome Ireneo, le spiega che stava cercando di sistemare una barca. Il giorno dopo Viola ritorna al luogo dove Ireneo stava sistemando la barca e lo ritrova. I due iniziano a parlare finché il ragazzo decide di portarla in un posto in mezzo al bosco per passare un po’ di tempo insieme. Per concludere il pomeriggio Viola ed Ireneo decidono di fare una nuotata. Ritornando a casa Viola incontra due signore che aveva prima incrociato sul tragitto per andare nel bosco. Si mettono a parlare di ragazzi e poi una delle due signore le racconta che loro due sono felicemente fidanzate e Viola scopre sempre di più che sono simpatiche. Nei giorni successivi Viola litiga con Ireneo, perché ad una festa aveva fatto finta di non vederlo perché era con le sue amiche. Inoltre litiga con la madre che come al suo solito critica le sue magliette definite da lei orrende. La sera stessa quindi la protagonista, decide di andare ad un’altra festa con un vestito molto più femminile del solito, che le aveva comprato sua madre. Alla festa, mentre stanno ballando, Viola e Fabrizio si baciano, ma Fabrizio, incosciente di quello che sta facendo perché ubriaco, cerca di andare oltre ed a quel punto Viola se ne va e capisce che Fabrizio non è quello adatto per lei. Il giorno dopo la protagonista decide di ritornare nel posto dove Ireneo sistema sempre la sua barca. Lo ritrova lì e dopo aver chiarito, il ragazzo decide di portarla in un altro posto: un palazzo
abbandonato con una vista mozzafiato. Mentre sono lì però sentono una voce che chiede chi ci sia.

Essi in preda al panico scappano. Nascosti bene, dopo una breve risata per l’accaduto, i due si baciano. Nel tragitto di ritorno, la ragazza si riferma davanti al bungalow delle due signore. Dopo aver parlato un po’, Viola chiede di andare in bagno ed entrando vede tante medicine e quindi si precipita a chiedere cosa fosse successo. Una delle due signore, le spiega che le servono per la sua malattia dalla quale sta guarendo. Il giorno dopo, mentre sta facendo una passeggiata con la sua
amica Renata, Viola sente un amico di Fabrizio parlare di come secondo lui Renata fosse una ragazza semplice da conquistare. Viola inizia a difendere la sua amica urlando contro all’amico di Fabrizio, ma Renata la porta via e le spiega come ha imparato a piacersi e a fare a meno del giudizio degli altri. Nel mentre Valeria, un’amica della protagonista, è al telefono con il suo fidanzato Gabriele: un ragazzo troppo ossessivo che non vuole nemmeno che parli con altri ragazzi. Valeria, decisa lo lascia. Come al suo solito, tornando a casa, Viola passa davanti al bungalow delle due signore: Paola e Lili. Stavolta però le due signore non sono fuori, ma dentro e Viola le sente parlare dell’ultima vacanza insieme. La ragazza capisce tutto e scappa. Paola la segue e le spiega cosa succederà a Lili: andrà in una clinica in America dove verrà assistita nella sua scomparsa. Passano i giorni e Viola e Ireneo si avvicinano sempre di più. Un pomeriggio, dopo essere stata con Ireneo, Viola si vede con le sue amiche Renata e Valeria. Mentre quest’ultima festeggia con un abbraccio un suo amico dopo la vittoria a ping pong, arriva Gabriele che la porta dietro l’angolo per parlarle.
Dopo un’accesa discussione, il ragazzo colpisce con uno schiaffo Valeria e, quando Viola e Renata
lo vedono e gli chiedono perché mai l’avesse fatto, la loro amica cerca di farle smettere: i suoi
genitori stavano arrivando e Valeria non gli aveva mai parlato di quello che Gabriele le faceva.
Durante una festa, il giorno dopo, Viola decide di andare via e raggiungere il suo amato Ireneo che le propone di mettere la barca, ormai finita, in mare. Nel mentre, non vedendo più Viola, sia sua madre che le sue amiche, iniziano a preoccuparsi e a cercarla. Arrivati in spiaggia, vedendo i due ragazzi, i genitori di Viola li separano.
Dopo le vacanze, molte cose cambiarono: Paola e Lili si videro per l’ultima volta, la madre di Viola capì di aver sbagliato ed ora cerca di farsi perdonare, Valeria, dopo l’ennesima aggressione da parte di Gabriele, decise di raccontarlo ai suoi genitori e di lasciarlo definitivamente. Inoltre Ireneo e Viola non si video più.
La storia è narrata sia sotto-forma di diario che sotto-forma di fumetto ed è ambientata nel sud
dell’Italia al mare, durante l’estate.
La protagonista Viola in questa storia affronta la sua crescita personale accettandosi, e questo grazie alle sue amiche e al suo primo amore.
Anche Valeria e la madre di Viola crescono. Valeria capisce che la gelosia non è un sinonimo inequivocabile dell’amore, mentre la madre della protagonista capisce che sbaglia a criticare tutto quello che gli altri fanno.
Renata e Ireneo sono gli aiutanti della storia perché aiutano Viola a scoprire se stessa.
Il messaggio della storia, è quello che non si deve mai ascoltare i giudizi degli altri e di accettare se stessi, con i propri pregi e difetti.
Questo libro mi è piaciuto perché tratta delicatamente e con semplicità vari temi, anche quelli più seri, tuttavia però consiglierei questo libri a ragazzi un po’ più piccoli rispetto alla mia età.

 

NEL LINK QUI SOTTO LE NOSTRE IMPRESSIONI IN LIBERTA’ 

Articoli correlati